Homepage / Catalogo / Echo Ex Machina

Echo Ex Machina (SLW05)
Simone Faraci
  • Black Icon Spotify
  • Black Icon Amazon
  • Black Icon iTunes
  • Black Icon SoundCloud
  • Black Icon Bandcamp
  • Black YouTube Icon
Echo_rgb.png

Tracklist
01 - Scroll Macabre
3:38

02 - Τυέρτι 4:53

03 - Metamòrpho 4:42

04 - Vox Aeterna 3:42

05 - Apparatus [songmachine] 5:45

 

Credits

Produzione e mix di Simone Faraci
Voce di Agnese Banti
Testo di Publio Ovidio Nasone
Mastering di Matteo Pastorello (Slowth Records)
Artwork di Valerio Immordino

Echo Ex Machina è il primo disco da solista di Simone Faraci: un concept elettronico sulle voci mediate dalla tecnologia. Il disco nasce da una suggestione scaturita durante la pandemia: nel corso degli ultimi due anni ci siamo infatti circondati sempre più di voci mediate da strumenti tecnologici. Voci che arrivano da lontano, smembrate e successivamente ricostruite dalla tecnologia digitale.

L’idea di un lavoro ruotante attorno a questo tema si è concretizzata inizialmente in un live in solo presentato all’interno della rassegna Studio Vox del celebre centro di ricerca, produzione e didattica musicale Tempo Reale. Il tutto si è poi evoluto, è maturato avvalendosi della collaborazione con la performer vocale Agnese Banti e si è trasformato infine in un concept album diviso in cinque parti, inteso però come un’unica composizione.

Il disco poggia su quattro concetti: voce, distanza, macchina, metamorfosi. Il titolo riassume questi concetti rifacendosi alla figura di Echo e al suo mito, tramandato da Ovidio ne Le Metamorfosi. Nell’opera di Ovidio, Echo perde il suo corpo e si trasforma in puro suono che vaga, invisibile, tra i boschi. Allo stesso modo le nostre voci viaggiano senza corpo nello stream delle videochiamate e nei feed dei social media, come un’eco della nostra presenza corporea.

 

Questo argomento viene approcciato sotto una luce diversa in ognuna delle cinque tracce in programma (due delle quali, Apparatus [songmachine] Τυέρτι, estratte come singoli in versione radio edit), per un ascolto nel complesso conciso ed estremamente fresco nel suo flusso elettronico.

press Digipur - www.digipur.it | press@digipur.it

Disponibile dal 1 ottobre 2021